T'attiggi e t'amariggi ma te cunosceno a Pariggi?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

T'attiggi e t'amariggi ma te cunosceno a Pariggi?

Messaggio Da DaliaNera il Mer Feb 11, 2009 12:45 am


(stalli di nuova concezione nella capitale franGese)


dal Corriere.it
Velib parigino: grande successo come numero di utenti, ma su 20mila mezzi, 7800 sono scomparsi e 11mila e 600 danneggiati.
PARIGI - Dopo i trionfalismi e gli innumerevoli attestati di stima, sono arrivati i numeri, tutt'altro che confortanti. A un anno e mezzo dal lancio del programma "Velib" (bicicletta libera), l'ormai celebre servizio pubblico di noleggio di biciclette ideato dal sindaco Bertrand Delanoë e imitato da decine di città, il comune di Parigi presenta i conti. E sono disastrosi. Sebbene il programma abbia ottenuto un successo d'utenza (170.000 abbonamenti, più di 41 milioni di tragitti effettuati e circa 78.000 parigini che usano ogni giorno le biciclette pubbliche), il vandalismo, i furti e l'inciviltà' dei cittadini hanno trasformato quest'esperimento in un mezzo disastro. I numeri parlano chiaro: su un totale di 20.000 biciclette messe a disposizione dei parigini, 7800 sono scomparse mentre 11.600 sono state danneggiate

DOCCIA FREDDA - La notizia e' stata una vera doccia fredda per gli ecologisti e tutti coloro che hanno sostenuto l'iniziativa. Tuttavia, come ricorda il quotidiano "Le Parisien", è ormai all'ordine del giorno vedere nelle strade della capitale francese biciclette bruciate, smontate oppure gettate nelle acque della Senna. Alla fine la JCDecaux, società privata che gestisce le bici, ha calcolato che se per dieci giorni si fermasse l'attività dell'impresa che aggiusta le biciclette danneggiate (ogni giorno sono effettuati circa 1500 riparazioni), a Parigi non vi sarebbero più Velib. Inoltre secondo la JCDecaux i costi diventano ancora più allarmanti quando bisogna sostituire le biciclette: per ogni nuova bici ci vogliono più di 400 euro. La JCDecaux non sembra affatto soddisfatta della situazione: uno delle lamentele più frequenti della società è che il Comune nel primo anno di attività ha guadagnato più di 20 milioni di euro grazie all'iniziativa (ogni mezz'ora di noleggio delle biciclette costa un euro), mentre tutte le spese di riparazione sono ricadute sulla società. Secondo il settimanale Nouvel Observateur l'accordo tra il Comune di Parigi e la società è stato modificato nel luglio 2008: adesso la maggioranza delle spese di riparazione e di sostituzione saranno pagate dalla Ville Lumière.

IL COMUNE NON SI RASSEGNA - Il sindaco Delanoë non ha voluto assecondare la richiesta di JCDecaux che chiedeva di sopprimere alcune stazioni dove avvenivano la maggior parte dei furti e dei danneggiamenti come quella di "Parc Floral", che si trova all'interno del "Bois de Vincennes" e quelle presenti nei quartieri storici di "Les Halles", "Montparnasse" e "Pigalle". Per ridare vigore all'iniziativa il sindaco Delanoë ha deciso di finanziare una campagna pubblicitaria antivandalismo: «Ogni parigino deve dar prova del suo civismo" dichiara il sindaco socialista. "Solo così la città potrà ancora beneficiare di questo servizio». Tuttavia l'iniziativa è bocciata da Rémi Pheulpin, direttore generale di JCDecaux che confida al quotidiano "Le Parisien": «E' qualcosa che incanta, ma non e' sufficiente».

Francesco Tortora

Indovinate chi è l'unico responsabile?!?!?!



Come si vede dalla foto, lui le bici non le cavalca: le appende.
O' pariggì, stai 'n'terra! lol!

Cris(EuropIns)
avatar
DaliaNera
Moderatore
Moderatore

Maschile
Numero di messaggi : 431
Età : 35
Localizzazione : Castello di Cisterna
Reputazione : 1
Data d'iscrizione : 23.11.07

Vedi il profilo dell'utente http://partenovelox.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum