Mamihlapinatapai - L'importanza della chiarezza

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Mamihlapinatapai - L'importanza della chiarezza

Messaggio Da DaliaNera il Ven Lug 30, 2010 3:49 am


Sostengo la tesi per cui la fantasia è sempre un giusto alibi, fra le altre cose. La fantasia offre la possibilità di raccontare le cose senza necessariamente dire la verità. Offre uno spunto ed una difesa alle immense congetture che offre il raccontare "i fatti degli altri".
Perchè, e l'ho capito da poco, ogni cosa che ci appartiene lega a noi qualcun'altro. Per definizione. Ogni avvenimento ha senso di esistere solo nella misura in cui lo confrontiamo con qualcun'altro, magari offrendoci un giudizio. Nulla è imparagonabile, le azioni della vita meno che mai.
Ma come si fa a dire senza dire, a raccontare a tutti ciò che siamo attraverso le persone che incontriamo? Farlo e basta non è un'opzione considerabile, si corre il rischio di mettere in relazione ad un altro chi non vorrebbe.
Allora ecco la fantasia, potente alleata di chi vuol dire senza dire. Ed un modo per farlo è raccontarvi del Mamihlapinatapai.
Mamihlapinatapai è una parola della lingua Yamana, popolazione sud-americana sull'orlo dell'estinzione, che racchiude in se un significato articolato e conciso: guardarsi reciprocamente negli occhi sperando che l'altra persona faccia qualcosa che entrambi desiderano ardentemente, ma che nessuno dei due vuole fare per primo.
Questo lemma (un verbo? un sostantivo? di genere?) racchiude il significato più semplice nel modo più complesso possibile. E' una parola che esprime un concetto diretto, indecifrabile, intraducibile, spaventosamente reale.
Esiste ed è uno degli ultimi preziosi del tesoro, una parola che dice semplice un concetto semplice.
Il rimando più ovvio è alla magia del sottinteso che si crea nei rapporti d'amore, occhi negli occhi senza dimensioni che è proprio degli innamorati. Ma spesso l'amore non c'entra, il destino però, quello si, c'entra sempre.
Spesso il passo che non facciamo, la parola che non diciamo, è in direzione del destino. Che immaginiamo altro da noi ignorando di guardarci allo specchio.
Anche quando quello che omettiamo è per paura del dolore che causa una ferita aperta, il Mamihlapinatapai è lì in attesa che qualcuno guardandosi negli occhi faccia. O dica.
E se dovesse riferirisi ad un dio, tanto di più. Ogni preghiera è Mamihlapinatapai. Anche quando c'è in gioco l'impossibile.
Il Mamihlapinatapai è un miracolo, è il coraggio di muovere l'universo in maniera quantistica, con la sola forza del pensiero. E se al pensiero segue l'azione tanto meglio.
Ed è principio di chiarezza che parte dal suo concetto opposto. E' un viaggio alchemico dalla Nigredo all'Albedo, dalla paura innata dell'ignoto alla conclusione più ovvia. Una virgola nel testo, un respiro a metà. Mamihlapinatapai è la somma dei momenti in un solo momento, a cavallo tra ciò chè in potenza e ciò che è in atto. E' il passaggio tra l'energia potenziale e quella cinetica. E' l'attimo immisurabile che è metro per tutte le cose.
E' la scelta del coraggio. Il giusto in fondo all'anima di ognuno.
Quando vi capiterà di affrontare il Mamihlapinatapai, sappiate che è solo ciò che è. E abbiate il coraggio di muovere l'universo con la scelta della chiarezza.
Aprite gli occhi all'Albedo, parlate con parole cristalline anche se non belle. In quel momento sarete gli artefici di una potentissima magia che il destino stesso non può fare.
Ovunque porti quella decisione, l'avrete presa voi. Cosa più grande non è data da fare, al cuore umano.
Godetevi, più di ogni cosa, l'importanza di quel momento. Respirate profondamente e sussurate il nome di quella magia. La terrete impressa dentro usando parole non vostre, pronunciate in una lingua sconosciuta. La stessa volontà che vi spinge nelle notti d'estate a stare con naso all'insù a guardare le stelle.
Come immagine ne ho scelta una che non ha niente a che vedere con quello che ho scritto. L'ho scelta per due motivi: il primo è che si tratta di una locandina di un film sulle bici, a voi la ricerca ma vi dico subito che è un filmaccio. La seconda è che ha come protagonista Nicole Kidman. Per sottolineare l'importanza degli occhi, senza dubbio bellissimi, come sempre sono belli gli occhi della persona che amate, e che avete notato davvero nel vostro momento di Mamihlapinatapai.
Buone Vacanze, Agosto incombe.

Cris(olarium)
avatar
DaliaNera
Moderatore
Moderatore

Maschile
Numero di messaggi : 431
Età : 35
Localizzazione : Castello di Cisterna
Reputazione : 1
Data d'iscrizione : 23.11.07

Vedi il profilo dell'utente http://partenovelox.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum