Scetticismo Pistociclabile

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Scetticismo Pistociclabile

Messaggio Da DaliaNera il Mer Giu 20, 2012 9:54 pm


Sotto gli occhi della intera cittadinanza neapolitana ecco dipanarsi un serpentone arancione (arancione? ma rosso faceva filocomunista?) atto a raccogliere orde di ciclisti improvvidi di forti emozioni, frotte di branchi di pedivelle a frullino che macinano chilometri con spirito di avanguardia e coscienza ambientale.
Ma così è troppo, dobbiamo farci ovviamente riconoscere. Ad esempio, dettaglio foto sopra:


Bhe, non vogliamo instillare nel cicloneofita la passione del brivido? Occhio soprattutto a non alzarvi sui pedali che rischiate di diventare parte integrante della cartellonistica pubblicitaria.
Ma per andare dove vogliamo andare, per dove dobbiamo andare? Ma per di qua, ov curs:


Verso il niente, ma non temete: è anche un niente tremendamente stretto. Oppure, che ci viene pure meglio, lasciamo che l'istinto del CientoPeCCiento Bruscolotti che è in noi prenda il sopravvento:


Perchè qua le cose sono due: 1) Mogi mogi scavalliamo dal furente birotismo e, tra le imprecazioni del flusso contromano, spingiamo a manina il cuore e (non meno) la bici oltre l'ostacolo (ma questo, scusate, lo si faceva già prima) oppure 2) In preda a delirante mosaicismo esibizionistico ci lanciamo nel bunnyhop-upstep in salita di tacco, di punta, sul sellino e in rovesciata a mezz'aria con veronica alla carlona.


E poi, diGiamoGelo, quelle sbavature sono di troppo. Una riga bianca, o dentro o fuori. Sopra alla cazzo-di-cane potrebbe rovinare la giornata anche al più smaliziato hipster della bassa napolatena. Il che non è poco (s'è bloccato l'interruttore su "sarcasmo-on", pardon).
E questo è solo l'inizio, come si narrava nelle cronache pruriginose degli scandaletti del tempo che fu, come se centellinare il morboso aumentasse il coefficiente di scandalosità. Tanto per, dicono i commercianti (e mi pare giusto, pista-ciclabile sta a commerciante incazzuso come il bambinello al presepe) che la pista toglie parcheggi auto. Tanti parcheggi. Ora posso pure tralasciare le più elementari cognizioni di logica affinate in anni e anni di costruzioni lego, ma quando queste mie povere orecchie sentono che per i commercianti "sarebbe anche una cosa buona per napoli, la ciclabile" ma di "farla più in là, tipo a Via Cesare che a Viale Augusto toglie spazio" mi si smontano i cuscinetti dal movimento centrale. Lo so, Napoli è straordinaria. Le leggi della fisica cambiano da Via a Via.
Pare che Lord Kelvin abbia profetizzato che a pressione e temperatura normali, la pista ciclabile a Via Cesare non faccia nessun tipo di volume. Ma tanto sarebbero cazzi d'altri, e Lord Kelvin non ha approfondito.
No, e se non si fosse capito lo ridico: no alle piste ciclabili. Mi sento sfottuto, umiliato, defraudato del mio spazio. Sento l'inutilità del senso civico, la responsabilità che evapora. L'incapacità che si fa largo. Roma, e sull'argomento s'è scritto ad libitum, non ci insegna niente. Fino ad ora restiamo al palo con una striscia arancione sul marciapiede. Vantatevi che ce l'avete, la pista ciclabile. Non ci faccio pipì perchè sfilarsi il pantaloncino con le bretelle in spandex è fastidioso.
Il pezzo è fatto, manca la chiusa. Nuova immagine che riassume in un momento il senso di una nazione, una città, uno stato d'animo. Un urlo nella folla che sferza, lancina, chiede:


Davvero una grande domanda. E la risposta, amici miei, soffia nel vento.

Cris(BoDy)

NB: Foto e relativi fuori fuoco sono tratti da LaRepubblica e IlCorriereDellaSera
avatar
DaliaNera
Moderatore
Moderatore

Maschile
Numero di messaggi : 431
Età : 35
Localizzazione : Castello di Cisterna
Reputazione : 1
Data d'iscrizione : 23.11.07

Vedere il profilo dell'utente http://partenovelox.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum